Stato Stazionario

Nei precedenti post di argomento economico, abbiamo dimostrato che l'economia capitalista, in presenza di un progresso tecnologico costante, tende spontaneamente a una crescita esponenziale, sia in base alla teoria della crescita neoclassica, che in base ai dati empirici. E abbiamo osservato che tale curva di crescita è ovviamente insostenibile e non può che condurre a una crisi di dimensioni proporzionali alle dimensioni del sistema economico e al grado di interdipendenza delle sue componenti.

Esiste un'alternativa? Nonostante il pensiero unico capitalista/liberista, forse sì. Ovviamente, non si tratta di riesumare modelli economici defunti come quello collettivista, ma di superare le carenze e gli errori del modello capitalista. Sì, perché il modello economico capitalista/liberista è palesemente inadeguato a descrivere e governare un sistema economico che ha raggiunto dimensioni confrontabili con quelle dell'ecosistema in cui si colloca. In altre parole: abbiamo portato il modello capitalista oltre il suo ambito di validità, ed esso nella situazione attuale è semplicemente sballato: è come voler applicare la Fisica newtoniana alle particelle relativistiche.

C'è chi ci ha pensato, anche se non ha vinto il Premio Nobel come il nostro amico Solow. Un certo Herman Daly ha proposto un'alternativa: l'economia di stato stazionario (Steady-State Economics), in cui il sistema economico e produttivo non consumi più risorse di quante l'ecosistema in cui esso è immerso riesca a rinnovarne. Tanto per capirci, questo signore non è un Incompetente: ha lavorato alla Banca Mondiale ed ha più titoli di quanti io abbia voglia di elencarne. Su Internet si trovano diversi sintesi ed estratti dei suoi lavori (ad esempio qui), e non ho dubbi sul fatto che i suoi ragionamenti siano molto più sensati di quelli degli economisti della crescita a tutti i costi.

Bene, cari lettori, per ora credo di dovermi fermare qui; il prossimo post sull'economia sarà pubblicato dopo che avrò studiato meglio l'economia di stato stazionario e le sue implicazioni. A presto.

Un pensiero su “Stato Stazionario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...