Il Principio Olografico colpisce ancora

Cari, pochissimi, lettori più o meno abituali di questo blog, devo avvertirvi di una piccola turbativa al percorso degli ultimi temi qui trattati, che driva da un’autentica novità in campo scientifico che non vorrei ignorare.

Infatti, negli ultimi post abbiamo parlato del Principio Olografico in Fisica, e di come esso possa fornire utili ispirazioni alla riflessione sul funzionamento del cervello. Il passo “immediatamente” (la frequenza con cui scrivo è notoriamente imprevedibile) successivo sarebbe trasportare queste considerazioni in ambito psicologico, cosa che mi piacerebbe fare contando sulla competenza di qualcuno a me vicino, posto che si lasci convincere (queste persone competenti sono così impegnate!).

Ricorderete forse, però, che in un post interlocutorio avevo abbozzato qualche considerazione sul tema della “vera” geometria dello spazio-tempo per rispondere a una domanda posta in un commento, e avevo scritto che ritenevo particolarmente promettenti le teorie che “considerano le proprietà stesse dello spazio-tempo “emergenti” dalle proprietà di entità fondamentali diverse“.

Orbene, è accaduto l’improbabile: proprio in questi giorni è stato pubblicato un articolo (in realtà due, ma lasciamo stare) che propone di considerare lo spazio-tempo come un’entità non fondamentale, ma emergente da… beh, proprio dal Principio Olografico e dalla sua interpretazione in termini di “entropia dell’informazione”. Per sovrammercato, allo stesso prezzo, l’autore fa derivare da Entropia e Principio Olografico anche le leggi della Gravitazione Newtoniana. Insomma, anche la Gravità sarebbe un forza “non fondamentale”, ma emergente (e d’altra parte Einstein ha mostrato che è inscindibile dalla struttura dello spazio-tempo, quindi…). Una rivoluzione concettuale, se si dà credito all’autore (il fisico Erik Verlinde).

Adesso, che posso fare? Ovviamente, invitare quelli di voi che non si spaventano di fronte a qualche complessità (stiamo parlando di Fisica Teorica “vera”) a leggere l’articolo in questione; tuttavia non posso non tentare anch’io di capirlo e scrivere qui qualcosa su quello che avrò capito (no, non sarà il primo post vuoto del blog, spiritosoni!).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...