Una proposta: il Principio Anti-Antropico

Facendo una breve appendice al post precedente, vorrei quindi proporre una generalizzazione dell’argomento di cui ho tentato di esporre i fondamenti: un livello di rappresentazione della realtà che risponda agli schemi cognitivi umani, ma che sia ridondante o potenzialmente alternativo ma incompleto rispetto a un livello di cui è possibile stabilire empiricamente la validità almeno al meglio delle attuali conoscenze, va considerato eliminabile. Il suo status, come dicevo prima, potrebbe essere definito “antropico”, ma non ontologicamente autonomo.

Enti come le credenze, la volontà, i desideri, esisterebbero in quanto costrutti utili, anche necessari, per i nostri processi conoscitivi, ma non sarebbero “oggettivi”, e non perché corrispondono a fenomeni mentali e quindi non oggettivabili, ma perché modellati sul nostro modo di percepire il mondo in generale e i modelli mentali in particolare. Se noi cambiassimo i nostri modelli conoscitivi, questi enti perderebbero senso, mentre nozioni come neuroni o sinapsi no; se le nostre menti fossero studiate da alieni dotati di processi cognitivi incommensurabili coi nostri, per loro questi oggetti sarebbero ancora parte della loro spiegazione di come "funzioniamo".

Proviamo, quindi, a sintetizzare questa posizione in un Principio Anti-Antropico: «Ogni ente che faccia parte di un modello di rappresentazione della realtà “debole” (nel senso indicato sopra) rispetto a uno più fondamentale, ma che sia strumentale alla rappresentazione della conoscenza, ossia che trovi la sua ragion d’essere esclusivamente nella sua utilità strumentale ai fini degli schemi cognitivi umani, è eliminabile».
Se quindi accettiamo questo principio nell’ambito della Filosofia della Mente, per coerenza dobbiamo essere disposti ad adottarlo anche in altri contesti… e come vedremo nel prossimo post, questo principio non è esattamente farina del mio sacco.

Un pensiero su “Una proposta: il Principio Anti-Antropico

  1. Pingback: Ma l’Uomo Ragno esiste davvero? | L'Incompetente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...