…e cosa resta alla fine di questo Giro di Vite?

ATTENZIONE: In questo post si raccontano elementi chiave della trama di Il Giro di Vite di Henry James. Se non lo avete letto, leggete il libro, invece delle mie chiacchiere!

——————————————————

Nel post precedente, ho messo in evidenza alcuni meccanismi che a mio parere connotano Il Giro di Vite come un’opera molto singolare, quasi un esperimento di struttura narrativa, e ho addirittura proposto alcune analogie tra la tecnica adottata da James e gli schemi tipici della narrativa gialla, su cui peraltro ho già scritto diverse volte, da bravo appassionato del genere. Forse proprio per  questo, non ho saputo resistere alla sfida proposta dall’Autore, e ho tentato anch’io di cogliere nel testo gli elementi per ricostruire una “verità”, ben sapendo che una verità narrativa univoca per questo romanzo non può esistere. Dirò anche che, frugando tra i vari interpreti della vicenda, ho trovato uno che la pensa più o meno come me, anzi viceversa, visto che si tratta di un certo Carvel Collins che ha pubblicato nel 1949 un articolo critico sull’opera.

Dunque, vediamo. Uno dei commentatori delle opere di James, Louis Rubin, dice che non è possibile comprendere un romanzo di James senza tenere conto che ogni suo personaggio è un bugiardo, e che «ci sono diversi tipi di bugiardo». Ricordando questa interessante notazione, prendiamo in esame la figura di Mr. Douglas, colui che nella sera di Natale racconta la storia della sua amica governante. Questo signore racconta di aver incontrato la governante, di dieci anni maggiore di lui, in quanto ella era stata assunta per badare alla sua sorella minore. Lui, tornando a casa dal college per le vacanze estive, la conosce e scopre in lei una piacevolezza e un’affinità con la propria sensibilità che li conduce a un certo grado di confidenza.

Ebbene, Miles, il ragazzo di cui la governante ha la responsabilità nella storia che ci viene narrata, e che alla fine del romanzo muore tra le braccia della governante stessa, ha dieci anni quando lei ne ha venti, e ha una sorella minore di cui la governante si sta occupando quando lui torna a casa dalla scuola (espulso, però, non in vacanza…). Possibile che sia un caso? Oppure, contro le apparenze, Douglas è Miles cresciuto? In fondo, non conosciamo il nome di Douglas né il cognome di Miles… forse ci troviamo di fronte a un unico personaggio di nome Miles Douglas!
D’altronde, viene da chiedersi un po’ prosaicamente, se davvero il primo incarico da governante di una giovane senz’arte né parte si fosse risolto con un fanciullo morto e una bambina in crisi nervosa, è davvero pensabile che nell’Inghilterra vittoriana la stessa donna trovi qualcun altro che le affidi la custodia di sua figlia? Pare improbabile, no?

La “mia” (beh, non proprio mia…) ipotesi quindi è che “Miles Douglas” sia semplicemente svenuto alla fine della storia, e che la governante, nel suo stato psichico alterato, abbia creduto che fosse morto. Peraltro, non c’è un motivo fisico per cui Miles sarebbe dovuto morire, e uno svenimento sarebbe molto più spiegabile. In questa ipotesi, ovviamente, i fantasmi non esistono, e la governante soffre di allucinazioni: io evidentemente sono un non-apparizionista.
Quindi, la governante mente senza saperlo, e Miles mente consapevolmente, probabilmente soprattutto per tenerezza verso di lei. Perché uno degli indizi più indiretti che potrebbero far credere che Miles e Douglas siano la stessa persona è il legame molto speciale che la governante sembra avere con entrambe le sue incarnazioni.

Come ho già detto, non ha senso chiedersi se questa sia la giusta versione della storia all’interno della narrazione, perché James ha fatto in modo che una tale versione non esista; è una risposta alla sfida implicita nel modo in cui l’autore ha scelto di scrivere l’insolita opera che è Il Giro di Vite.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...