Lo Spettatore Professionista

E’ tempo di Olimpiadi, e mi sembra appropriato recuperare un articolo che avevo scritto qualche tempo fa, abbastanza in “stile Incompetente”, e che spero possa essere un intermezzo divertente… buona Olimpiade a tutti!

———————————————————–

Tra tutti coloro che in qualche modo gravitano intorno allo Sport (atleti, arbitri, allenatori, giornalisti, …), si potrebbe credere che quello con meno problemi sia lo spettatore, che comodamente sprofondato in poltrona ammira gli sforzi dei suoi beniamini, senza faticare più di chi assista a un qualsiasi varietà televisivo. Errore! Il vero spettatore di sport è a sua volta un professionista, e il suo ruolo è altrettanto impegnativo di quello giocato dai divi del calcio o dell’atletica, come apparirà evidente da quello che state per leggere.

Certo, non tutti gli spettatori possono considerarsi dei professionisti; la maggior parte, anzi, si limita a guardare la tv quando c’è qualche appuntamento particolarmente importante. Ma quelli che diventano tifosi di calcio ogni quattro anni per seguire la Nazionale ai Mondiali, o si improvvisano appassionati di vela perché c’è la Coppa America in televisione non possono che essere guardati con compatimento dal vero Spettatore, che sa quanto impegno e quanta preparazione ci vogliano per seguire nel modo giusto quegli eventi. Quello dello Spettatore non è un ruolo che si possa improvvisare: si costruisce con serietà e pazienza, e richiede grande dedizione.

Studio e documentazione

E’ quasi inutile dirlo, ma lo studio è il primo dovere di uno Spettatore professionista. Infatti, un vero Spettatore non è uno specialista di questo o quello sport, bensì conosce e apprezza tutti gli sport possibili. Capire qualcosa di calcio è facile, ma gli altri sport? Quanti conoscono il football australiano, o il lacrosse? O la differenza tra Rugby Union e Rugby League? Chi conosce le regole sia del biliardo a 5 birilli che dello snooker?

Il nostro Spettatore sa tutto questo e molto altro ancora, e per saperlo deve documentarsi continuamente. Inoltre, deve anche avere profonde conoscenze tecnico-tattiche dei principali sport: non solo deve riconoscere la diagonale difensiva nel calcio e la zona mista nel basket, ma deve saper distinguere tra un servizio kick e uno slice nel tennis, tra una beduina e una palombella nella pallanuoto, tra una garuffa e un rinterzo nel biliardo, tra una formazione a “shot gun” e una a “I” nel football americano… insomma, lo Spettatore professionista conosce regole, tecnica e tattica degli sport quasi quanto gli addetti ai lavori, con la differenza che lui è esperto di qualsiasi sport.

Preparazione fisica

L’immagine generalmente accreditata dello sportivo contemplativo è quella di un signore pigro e sovrappeso, mollemente abbandonato in una poltrona. Pochi in realtà comprendono la dura preparazione fisica che occorre: il nostro eroe si trova infatti spesso ad affrontare dure prove quali:

  • la domenicale spedizione allo stadio, che prevede ore e ore di attesa all’addiaccio, e, durante tutta la partita, salti, canti, grida (senza contare la deprecabile possibilità di doversi impegnare, causa tifosi avversari, in prove di corsa, lotta o pugilato)
  • assistere a manifestazioni (Olimpiadi, Mondiali di calcio, ecc.) che durano più settimane e si svolgono in altri continenti. In tal caso, lo Spettatore trascorre la maggior parte della notte davani al televisore (ovviamente, lui guarda le gare solo in diretta). Eventuali necessità fisiologiche vanno espletate durante le pause pubblicitarie
  • affrontare lunghi viaggi per assistere dal vivo a gare all’estero, in precarie condizioni di comfort

Tutto ciò richiede una appropriata preparazione, tesa sia a sviluppare la capacità di alterare il ciclo del sonno senza perdere in attenzione e percezione, sia a produrre la resistenza a lunghe permanenze in ambienti sfavorevoli e in condizione di forte stress emotivo.

Astinenza dallo sport attivo

Alcuni aspiranti Spettatori, fuorviati dalla loro stessa passione, finiscono per praticare in prima persona degli sport sperando di tenersi in forma e di apprezzare meglio le loro discipline preferite. Questa tentazione, pur comprensibile, è un serio errore e va evitata da parte di chiunque desideri diventare un autentico Spettatore; infatti, quest’ultimo ha una conoscenza profonda ma rigorosamente astratta degli sport, e questo per due ottimi motivi.

Innanzitutto, la pratica sportiva non può essere così generalizzata e imparziale come abbiamo detto dover essere il vero Spettatore: chi fa sport può praticarne non più di uno o due, ed inevitabilmente finisce per privilegiarli rispetto agli altri, diventando, nella migliore delle ipotesi, un appassionato settoriale. In secondo luogo, la conoscenza sportiva dello Spettatore deve essere rivolta al massimo livello professionistico; la pratica amatoriale di uno sport, lungi dall’accrescere le competenze del Nostro, le inquina con esperienze inevitabilmente legate alle sue mediocri capacità. Viceversa, la pratica sportiva per uno Spettatore è sempre condizionata dalla consapevolezza della distanza abissale tra le proprie prestazioni e l’ideale del perfetto atleta. Come si può infatti criticare serenamente un errore di Federer se si pensa che quella palla noi non l’avremmo neanche vista? E, viceversa, come si può giocare a tennis sapendo a ogni colpo che la corretta strategia di gioco richiederebbe un attacco con rovescio lungolinea in back seguito da una volée bassa incrociata con effetto a uscire? No, nella vita bisogna scegliere, e la carriera dello Spettatore e quella dell’Atleta sono inconciliabili; d’altronde è solo con i sacrifici che si può raggiungere l’eccellenza.

Se dopo aver letto questo articolo desiderate diventare Spettatori, ebbene congratulazioni! Avete scelto la più nobile carriera legata allo sport, priva di onori e guadagni, ricca di fatiche e sacrifici; eppure, in fin dei conti, lo sport si regge sugli Spettatori, ancor più che sui campioni. Sarete voi a garantire il futuro dello sport, e a trasmetterne la passione ai vostri figli (se troverete il tempo di averne).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...